Verso una riabilitazione basata sulle evidenze.
Occhio alla notizia medico-sanitaria
26 . 06 . 2014

(Tratto da Blog Scire)

di Danilo di Diodoro
Post 141 – Occhio alla notizia medico-sanitaria

Ci vogliono occhi spalancati e orecchie ben aperte per leggere, ascoltare o guardare sui media le notizie riguardanti medicina e salute. Bisogna stare all’erta, vigili, saper esercitare un acuto senso di critica, porsi sempre molte domande, altrimenti si può cadere preda di un’informazione scorretta e tendenziosa. Su JAMA Internal Medicine ce lo ricorda Gary Schwitzer dell’ University of Minnesota School of Public Health, in un articolo che ha riportato i risultati di sette anni di osservazione dei media americani realizzati da HealthNewsReview.org, sito dedicato alla valutazione indipendente di articoli e servizi giornalistici su medicina e salute.
Trappole e trabocchetti dei media sono stati precisamente individuati da Schwitzer, con tanto di esempi, che certamente valgono anche per i media italiani. Qui di seguito elenco i principali così che ognuno possa provare a sua volta a valutare articoli di giornale e servizi che compaiono su radio, televisioni e siti internet, compresi ovviamente i social network. Molto utile anche consultare la sezione “Informati bene” del sito Partecipasalute
-Riduzione del rischio espressa in termini relativi e non assoluti.
Quando i risultati di uno studio clinico sono riportati in termini di rischio relativo, il beneficio di un trattamento appare esaltato. Ad esempio, un servizio della NBC news riportava che nelle donne l’aspirina riduce il tasso di stroke ischemico del 24%, con poco effetto sul rischio di infarto del miocardio; negli uomini l’aspirina risultava ridurre il rischio di infarto del 32% con scarsi effetti sul rischio di stroke. In realtà, queste percentuali erano di rischio relativo, mentre nell’articolo scientifico originale era riportato anche il rischio assoluto: riduzione di solo 2 stroke per 1000 donne che prendevano aspirina (ma con 2 episodi di grave sanguinamento ogni 1000 donne); e riduzione di solo 8 infarti ogni 1000 uomini (ma con 3 episodi di grave sanguinamento). Guardando questi numeri...

(...)


In Formazione
In Formazione
Medical English reading skills: inglese scientifico per l'EBP (Step 1)

L’evento si volgerà a Bologna il 16-17-18 maggio 2016 ed è destinato a tutti quei professionisti che hanno una conoscenza nulla o elementare della lingua inglese.

L’obiettivo è d’imparare a leggere la letteratura internazionale per l’aggiornamento professionale.

08 . 03 . 2016