Verso una riabilitazione basata sulle evidenze.
Cold case e errori diagnostici
03 . 05 . 2013

Quali sono le più comuni diagnosi mancate? Quali le cause? Per scoprire gli errori diagnostici più frequenti nell’assistenza di base e comprenderne le cause, un gruppo di ricercatori statunitensi ha fatto come le squadre impegnate nel far luce sui delitti irrisolti: ha recuperato la documentazione disponibile, in questo caso le cartelle cliniche, e ha "riaperto le indagini", alla caccia di eventi che suggerivano la presenza di errori.
I segnali per un approfondimento del caso erano: una ospedalizzazione non programmata entro 14 giorni da una visita ambulatoriale; una richiesta di pronto soccorso, o ripetute visite dal medico di base o altre consulenze urgenti.
Le cartelle cliniche analizzate provenivano da una popolazione di 100.000 persone, seguite da 69 medici di base, nell’arco di un anno (2006-2007); 190 gli errori diagnostici individuati.
Alcuni elementi di riflessione:
• la maggior parte degli errori riguardava una grande varietà di condizioni molto comuni,
• le diagnosi mancate più frequenti: polmoniti, insufficienza cardiaca, insufficienza renale acuta, cancro e infezioni delle vie urinarie,
• un terzo dei pazienti presentava...
(...)

In Rilievo


In Rilievo
L’informazione migliora l’appropriatezza

Una serie di articoli sul JAMA Internal Medicine indaga sulle molteplici cause che portano a un uso inappropriato delle risorse in sanità.

Un ruolo chiave è giocato dall’informazione, da quello che si sa e non si sa, si dice e non si dice, sia da parte del personale medico, sia sul fronte dei pazienti.

Per esempio: più i pazienti sono informati su rischi e benefici dell’angioplastica in caso di angina stabile, minori sono le probabilità che accettino di sottoporsi all’intervento. Tuttavia, come evidenzia ...


18 . 12 . 2015