Verso una riabilitazione basata sulle evidenze.
L'illogica spirale diagnostica
05 . 08 . 2013

(Tratto da Blog Scire)
di Damilo di Diodoro

Post 126 – L'illogica spirale diagnostica

Altro bell’esempio di eccesso di Medicina e rischio di sovradiagnosi: da quando si utilizza l’angiografia TC per la diagnosi di embolia polmonare, il numero delle diagnosi è saltato da 62 ogni 100000 esami a 112 ogni centomila esami, un incremento dell'80 per cento in otto anni, a fronte di una mortalità rimasta pressoché immodificata. Peccato che in molti di questi casi si tratti di embolie di dimensioni ridottissime, che il precedente esame, la scintigrafia polmonare, non rilevava, e che in realtà potrebbero benissimo non essere trattate. Anche perché il trattamento anticoagulante comporta un rischio maggiore rispetto a quello delle embolie di dimensioni tanto ridotte: il rischio di una successiva embolia è dello 0,7 per cento, mentre quello di un grave sanguinamento causato dalla terapia è del 5,3 per cento.
Ne parla un nuovo articolo della serie Too much medicine pubblicato sul BMJ da alcuni ricercatori statunitensi guidati da Renda Soylemez del Pulmunary Center della Boston University School of Medicine.
Quindi l’angiografia TC sarebbe una specie di test diagnostico “troppo efficace” per la pratica clinica reale, almeno per quanto riguarda la rilevazione delle embolie polmonari. Un problema che in Medicina sta diventando pericolosamente diffuso. Alla diagnosi...

(...)


In Evidenza
In Evidenza
Fasciopatia plantare: valutazione e strategie terapeutiche

La fasciopatia plantare rappresenta una sindrome a origine degenerativa della fascia plantare che si manifesta con frequenza elevata negli atleti podisti, ma che può presentarsi anche nella popolazione sedentaria…

Pubblicato da   Valentina Toscano
25 . 05 . 2017